Apertura Trony, Torquati (PD): Segnale tangibile dell’impoverimento economico e ideale della Città di Roma

27 Ottobre 2011 - Una Città che ha vissuto il Giubileo, la morte di Giovanni Paolo II, le notti bianche, le feste del Cinema, eventi tristi e gioiosi ma comunque di grande impatto, si ferma per l’inaugurazione di un centro commerciale.
Ora il XX Municipio ci dirà che non è stata colpa sua, che non sapeva nulla e che non c’entra niente. Voglio, però, ricordare che il 12 Ottobre scorso la maggioranza PDL del XX Municipio ha votato, con il nostro voto contrario, la modifica della viabilità di Via Riano, proprio secondo loro, per rilanciare l’economia del mercato. Modifica che per adesso ha creato solo confusione e ne continuerà a creare.

Oggi si è reso Ponte Milvio un enorme parcheggio e si è chiusa Via Flaminia vecchia senza nessun preavviso per i cittadini. Questa emergenza è di nuovo una calamità naturale?

In questi giorni, abbiamo assistito al fango della scuola di Via Valle Vescovo, ora al blocco di migliaia di cittadini; tutti problemi derivanti da interessi dei privati ai quali la pubblica amministrazione non sa dare risposte e scarica le proprie responsabilità.
Questo, di oggi, è il segnale tangibile dell’impoverimento economico e ideale di una Città che si vede rappresentata da politici che non si prendono mai la responsabilità di nulla e di una politica che strizza l’occhiolino ai soli interessi particolari di alcuni privati piuttosto che guardare al bene collettivo.
Comunicato integrale, Apertura Trony, Nanni-Torquati (PD): Dopo i tuoni arrivano i Trony
«Questa mattina è stato aperto un nuovo punto vendita Trony e mezza città è bloccata dal traffico. Anche l'apertura di un negozio causa gravi ripercussioni sul traffico, in questo caso del quadrante Nord- Est della città. File chilometriche che hanno bloccato anche gli autobus di linea con forti ritardi nelle corse. Roma ha vissuto molti appuntamenti di rilievo, ad iniziare dal Giubileo, con centinaia di migliaia di visitatori accorsi nella capitale, mai però era successo che l'apertura di un centro vendite paralizzasse mezza città. Questo, in una capitale europea, non è ammissibile». Ad affermarlo, in una nota, il consigliere dell'Assemblea Capitolina Dario Nanni ed il Consigliere del Municipio XX Daniele Torquati. «Ai cittadini romani - proseguono i consiglieri - non è bastato il nubifragio dei giorni scorsi, dovevano anche subire l'inefficienza e il pressappochismo dell'amministrazione capitolina e del XX Municipio. Quest'ultimo per altro - afferma Torquati - aveva deliberato in data 12 ottobre 2010 il raddoppio del senso di marcia per l'accesso al nuovo punto vendita, favorendo così la nota catena commerciale a discapito dei cittadini e degli automobilisti, pur sapendo che l'intervento non sarebbe stato sufficiente ad alleggerire il flusso delle autovetture già particolarmente sostenuto in quella zona». «Non è ammissibile - concludono i Consiglieri- modificare la disciplina di traffico per ragioni esclusivamente private e che non siano invece di interesse prettamente pubblico. Dopo i tuoni arrivano i Trony».
Carica altri contenuti...

Per continuare la navigazione del sito, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "Accetto i Cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto", qui di seguito, per acconsentire.

Chiudi