PARTECIPATE. TORQUATI (Pd): “NEL VIA VAI DI ASSESSORI, ROMA ABBANDONATA”

"Dal Campidoglio vanno via tutti. Oggi anche Massimo Colomban, Assessore alle Partecipate, dice addio ad una Giunta e ad una Sindaca che sembrano non accorgersi di una città completamente abbandonata. Al suo posto, dopo l'indecente spettacolo oggi in Aula Giulio Cesare dove la presentazione del nuovo Assessore viene fatta dal Presidente dell'Aula e non dalla Sindaca come vuole il Regolamento, arriva Alessandro Gennaro. Dopo Montuori, oggi Assessore all'Urbanistica, è un altro pescato dalle segreterie degli ex Assessori ad aver un ruolo politico a Roma. Eppure ci aspettavamo qualcosa di più da chi in campagna elettorale aveva promesso coraggio e cambiamento. Roma sprofonda e i Municipi non esistono né nella capacità di proposta né nella facoltà di risposta ai bisogni dei cittadini. Non c'è nulla di amministrativo e politico che li qualifichi, che gli permetta di essere quegli enti intermedi di risoluzione dei problemi che i cittadini si aspettano. Roma è abbandonata da chiunque arrivi e i Municipi sono stati ricondotti a mere circoscrizioni territoriali. Mi chiedo quanto costano per non fare nulla. Addirittura in Municipio III non si convoca il Consiglio perché sembra che la Presidente non abbia più la maggioranza. Roma non è un gioco. Questa classe dirigente si faccia da parte e smetta di squalificare una Capitale e i suoi abitanti con le porte girevoli di assessori che se ne vanno, Presidenti di Municipio che sono figurine e consiglieri comunali e municipali relegati al ruolo di battitori di mani".

Così in una nota Daniele Torquati, capogruppo Pd in Municipio XV

Carica altri contenuti...

Per continuare la navigazione del sito, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "Accetto i Cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto", qui di seguito, per acconsentire.

Chiudi