ROMA, TORQUATI-BOMBELLI (PD): ASSURDA IDEA DEL COMUNE ‘ANZIANI SCERIFFI ANTI-DROGA’

“Apprendiamo con stupore che il Campidoglio ha destinato 500 mila euro dei 700mila di fondi totali ottenuti dalla precedente giunta comunale per l’accoglienza ai pellegrini in occasione del Giubileo straordinario (e stanziati dalla Regione Lazio con la delibera regionale 585/2015) per finanziare l’attività di contrasto allo spaccio di fronte alle scuole, affidandola agli anziani», denunciano Daniele Torquati della Segreteria del Pd Roma e Sara Bombelli della direzione del Pd romano.

“È una trovata assurda – aggiungono Bombelli e Torquati – premesso il fatto che quella somma giaceva da quattro anni inutilizzata nelle casse comunali, preoccupa molto la decisione di affidare un compito così delicato alle persone della terza età, esponendole oltretutto a rischi non indifferenti per la loro incolumità personale”.

L’attività di prevenzione e contrasto al consumo di sostanze stupefacenti “richiede infatti competenze assistenziali ed educative specifiche – continuano gli esponenti dem - è impensabile e assurdo che possa essere svolta dagli anziani, che seppur animati da buona volontà e spirito di servizio verso la comunità, non possono essere costretti a vestire i panni di novelli ‘sceriffi-antidroga’, come invece disporrebbe l’avviso pubblico diffuso dal Campidoglio il 13 marzo scorso”.

Le politiche sociali, ricordano Bombelli e Torquati, “sono un tema serio, che incide in maniera decisiva sulla vita delle persone, in questo caso delle nuove generazioni. Per questo è necessario affidarsi alle tante realtà esperte e preparate in questo ambito. Il dipartimento Politiche sociali e la sindaca Virginia Raggi, ritirino quest’improbabile avviso pubblico e sblocchino immediatamente i 3 milioni di euro di fondi regionali fermi da troppo tempo al Dipartimento. Stiamo assistendo all’invasione dell’eroina gialla, delle nuove droghe sintetiche. Di droga si muore, il Campidoglio si assuma la responsabilità di amministrare la città con serietà, affidandosi ai professionisti e rinunciando una volta per tutte a queste trovate improbabili”, concludono Torquati e Bombelli.

Carica altri contenuti...

Per continuare la navigazione del sito, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "Accetto i Cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto", qui di seguito, per acconsentire.

Chiudi