Sostituzione Comandante Bracci,Torquati (PD): Una vergogna: invece di cercare soluzioni ai problemi reali si cerca di identificare il responsabile per mascherare le proprie incapacità

17 Febbraio 2012 - La sostituzione del Comandante Bracci è l’ennesima prova di un’amministrazione incapace di realizzare le opere e pavida che cerca di scaricare goffamente le proprie responsabilità a chi oggettivamente di responsabilità ne ha poche, ma soprattutto finta, perché sin dal primo giorno come in ogni emergenza, reale o procurata da loro, cerca sempre prendere in giro i cittadini.
Abbiamo assistito al valzer delle responsabilità: Mori e Ariola che danno la colpa all’ACEA, Antoniozzi e Ciardi che chiedono di chiudere un cantiere che la propria maggioranza ha aperto senza un piano del traffico adeguato, ora l’epilogo: il tentativo di cercare un capro espiatorio che hanno trovato nel comandante Bracci.

Una vergogna: invece di cercare soluzioni ai problemi reali si cerca di identificare il responsabile per mascherare le proprie incapacità. Il Sindaco di Roma e la Giunta si adoperino per trovare soluzioni adeguate, come quelle che il Gruppo del PD ha suggerito, per tutte quelle persone che escono la mattina, ma non sanno come tornare a casa la sera e se proprio vogliono un responsabile si guardino allo specchio o vadano a cercare nelle stanze di un Municipio governato sempre dalle stesse persone.

Attendiamo con ansia che il Municipio e il Comune di Roma trovino le soluzioni per il Cantiere di Via Due Ponti considerando anche le proposte che il Gruppo del PD ha avanzato da tempo, molto prima dell’apertura del cantiere. Al Comandante Bracci i migliori auguri per il suo nuovo incarico.

Carica altri contenuti...

Per continuare la navigazione del sito, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "Accetto i Cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto", qui di seguito, per acconsentire.

Chiudi