“Nell’ambito della seduta della Commissione Ambiente il gruppo del Movimento 5 stelle ha comunicato l’intenzione di voler procedere in tempi ristretti, come richiesto da Ama, nell’individuazione di un’area per la realizzazione di un’isola ecologica.

Dopo l'”errore” di trascrizione compiuto due settimane fa da uno dei consiglieri pentastellati, che indicava come area per l’isola una proprietà di un privato a Valle Muricana, ieri la stessa maggioranza ha avanzato un’ulteriore proposta, anche questa volta non condivisa con le realtà territoriali. L’area in questione, individuata come da riferimenti catastali nel foglio 117 e particella 1747, si trova in prossimità di via Offanengo nel quartiere di Labaro. Quest’area rientra all’interno di un piano di recupero urbano dove sono previsti altri servizi.

Il gruppo del Partito Democratico ritiene fortemente inopportuno che ci venga chiesto di esprimerci su nuove aree in tempi ristretti senza aver avuto la possibilità di condurre alcune verifiche e senza aver ascoltato il territorio. Un metodo assai poco chiaro e corretto per questioni così complesse.

Riteniamo sia opportuno che l’amministrazione tenga conto del lavoro effettuato dalla precedente Commissione Ambiente, frutto di un lungo percorso trasparente, partecipato e condiviso con i comitati dei cittadini e le diverse forze politiche: chiediamo quindi che vengano considerate le zone e le aree proposte e votate nella scorsa consiliatura come riportato nella proposta di Risoluzione n.30 del 27 ottobre 2015.

Inoltre riteniamo sia necessario che la prima isola ecologica del municipio venga localizzata in una zona facilmente accessibile dalla gran parte della popolazione.

Concludiamo esprimendo un profondo dispiacere per i toni poco consoni che hanno caratterizzato il confronto in commissione, orientato nel merito della questione, degenerato in gravi offese, insulti ed epiteti del tutto inappropriati da parte del Presidente del Municipio nei confronti del consigliere Ribera. Non è certo questo il tenore di discussione che ci aspettavamo dalla più alta carica municipale e ci auguriamo che situazioni di questo tipo, sgradevoli e fuori luogo, non si ripetano più, in nome del rispetto del lavoro di tutti.”

Così in una nota il Gruppo PD del Municipio Roma XV.

ISOLE ECOLOGICHE, GRUPPO PD: M5S SEMPRE PIÙ CONFUSO. CHIEDIAMO TRASPARENZA E TONI BASSI

Commenti disabilitati su ISOLE ECOLOGICHE, GRUPPO PD: M5S SEMPRE PIÙ CONFUSO. CHIEDIAMO TRASPARENZA E TONI BASSI

ISOLE ECOLOGICHE, RIBERA-CHIRIZZI (PD): 5 STELLE UN GRUPPO DI IMPROVVISATI ALLO SBARAGLIO

"Apprendiamo dal profilo FB del Movimento 5 Stelle che, per quanto riguarda l’individuazione delle isole ecologiche nel terrotorio del Municipio XV, il problema emerso consisterebbe in un errore di “trascrizione” di altre particelle.

Tale “chiarimento” non è un vero e proprio “mea culpa”, ma addirittura l’ennesimo goffo tentativo di nascondere un errore dell'attuale maggioranza, addossando responsabilità alla “precedente amministrazione”.

Dalla suddetta nota si dichiara: “Le aree in questione fanno parte di un gruppo di aree già individuate dalla precedente consiliatura” e addirittura si afferma che avremmo dovuto “riconoscere” il loro errore.

È assurdo quanto comunicato nella nota: nessuno in precedenza ha mai individuato le aree di un privato, né tantomeno quelle menzionate nel comunicato di “chiarimento” del Movimento 5 Stelle.

Come si evince chiaramente dalla risoluzione n. 30, approvata in consiglio all’unanimità in data 27 ottobre 2015, nella precedente consiliatura tali aree non sono mai state proposte.

Chiariamo che “l’errore” non è stato commesso da noi, così come vorrebbe far credere il presidente Simonelli, ma dal Movimento 5 Stelle che su un atto ufficiale ha individuato e trascritto particelle appartenenti a un privato.

Nonostante tutto, bene ha fatto il Presidente a chiarire, anche e soprattutto nei confronti del privato che il Movimento 5 Stelle di fatto ha coinvolto con “l’errore”.

Sarebbe ora che chi governa questo Municipio si renda conto che amministrare un territorio così complesso non è un gioco, che gli atti ufficiali valgono per come protocollati e presentati e che l’attenzione nella redazione dei documenti è il minimo indispensabile per la tutela dell’amministrazione, per la credibilità della politica e per la dignità dei cittadini coinvolti. Per molto meno in una qualsiasi azienda privata, per un errore del genere, si rischierebbe il posto di lavoro.

Rimaniamo quindi sconcertati da quanto afferma il Presidente del Municipio, che invece di richiamare i suoi a mostrare maggiore attenzione e responsabilità, cerca di mascherare l’incompetenza di un gruppo di improvvisati allo sbaraglio. È imbarazzante il tentativo di liquidare come “fantasiose ipotesi” il lavoro svolto dall’opposizione, che è frutto di una presa d’atto in riferimento alla proposta e alle particelle individuate e riportate in un atto ufficiale. Il Movimento 5 Stelle si assuma la responsabilità delle proprie azioni.

In ultimo esprimiamo la nostra solidarietà nei confronti del cittadino privato coinvolto, suo malgrado, in una vicenda frutto ancora una volta dell'incompetenza e della superficialità degli esponenti della maggioranza."

È quanto dichiarano in una nota i consiglieri del PD del Municipio Roma XV Marcello Ribera e Gina Chirizzi.

Commenti disabilitati su ISOLE ECOLOGICHE, RIBERA-CHIRIZZI (PD): 5 STELLE UN GRUPPO DI IMPROVVISATI ALLO SBARAGLIO

“È stata depositata, con prot. 2047 del 12/01/2017, dal gruppo di maggioranza dei 5 stelle una proposta tesa ad individuare le aree utili a realizzare le isole ecologiche a servizio dei cittadini del Municipio XV.

La proposta ha il merito di prendere atto dell’inopportunità di procedere sulla strada che aveva tracciato il Commissario Tronca, ovvero di “scippare” ai cittadini della periferia le poche aree disponibili alla realizzazione dei servizi di quartiere che mancano, come nel caso della zona O di Santa Cornelia, ma è altamente irrazionale nelle soluzioni.

È alquanto sconcertante il fatto che si individuino come sede di raccolta rifiuti due lotti, ricompresi nel tessuto urbano perimetrato con il piano particolareggiato Sacrofanese n. 5, di proprietà privata ed entrambi destinati a conservazione, completamento e nuove realizzazioni edilizie. Nello specifico la particella censita al foglio 60, mappale 212, ospita un piccolo manufatto residenziale ed è dotata di un area libera di oltre 1000 mq, che andrebbero frazionati, espropriati e pagati a prezzo mercato, pur non risultando conformi sotto il profilo urbanistico. Roba da corte dei conti!

Mentre la particella censita al foglio 60, mappale 214, ospita una palazzina. Ora non è chiaro se il gruppo 5 stelle sta chiedendo al suo presidente di espropriarla, demolirla o affittarla per fare il centro raccolta rifiuti, in totale violazione con tutte le norme in vigore.

Nella scorsa consiliatura il consiglio municipale aveva stabilito di ricercare aree pubbliche, qualora la nuova amministrazione abbia nuove intenzioni rivolgendosi a privati, si ricorda comunque la necessità di intervenire con strumenti trasparenti tramite avvisi e gare.

Aree individuate e proposte, tra l’altro, senza alcun confronto con il territorio a differenza del lavoro svolto nella precedente amministrazione dalla commissione ambiente. Roba da matti!

Ora, non è chiaro se si è in presenza di una manovra da geni della truffa, o da un gruppo di evasi da un manicomio. Il territorio aspetta l’impiantistica necessaria a chiudere il ciclo dei rifiuti e questo lavoro deve essere condotto con serietà e rigore. È evidente che se il M5S decidesse di andare avanti con il voto in consiglio saremo costretti a portare la questione all’attenzione della magistratura e di qualche bravo medico.”

È quanto dichiarano Gina Chirizzi e Marcello Ribera, consiglieri PD al Municipio XV.

RIFIUTI, CHIRIZZI-RIBERA (PD): SU ISOLE ECOLOGICHE MANOVRE OPACHE, FARE CHIAREZZA

Commenti disabilitati su RIFIUTI, CHIRIZZI-RIBERA (PD): SU ISOLE ECOLOGICHE MANOVRE OPACHE, FARE CHIAREZZA

“Dopo oltre 10 giorni dal disastroso evento atmosferico che ha colpito le zone di Cesano e Osteria Nuova, apprendiamo che il Municipio XV ha finalmente organizzato, per la giornata di domani, un punto di raccolta AMA per il conferimento di oggetti e materiali danneggiati dall’evento atmosferico, come da noi suggerito in diverse occasioni.

Tuttavia riteniamo che l’iniziativa, per quanto necessaria, non sia sufficiente: in questi giorni, infatti, molti residenti ci hanno segnalato la presenza di cumuli di detriti in giacenza ai margini delle strade. In particolare, in via Fabrizio Vassalli, i cittadini lamentano l’assenza dell’amministrazione, nonostante i continui solleciti.

Pertanto chiediamo al Municipio di attivarsi immediatamente per liberare i tratti di strada interessati e di affiancare al punto di raccolta anche l’attività dii pulizia delle vie coinvolte.

Dopo quasi due settimane è necessario che gli interventi siano tempestivi per non gravare ulteriormente sui cittadini e sulle zone in difficoltà, già duramente colpite dalla tromba d’aria.”

Così in una nota Daniele Torquati, Capogruppo PD in XV Municipio, e Marcello Ribera, Vicepresidente della Commissione Ambiente.

 

TROMBA D’ARIA, TORQUATI-RIBERA: TARDI PUNTO DI RACCOLTA, SERVE ANCHE OPERA DI PULIZIA DELLE STRADE

Commenti disabilitati su TROMBA D’ARIA, TORQUATI-RIBERA: TARDI PUNTO DI RACCOLTA, SERVE ANCHE OPERA DI PULIZIA DELLE STRADE

“Lo scorso gennaio l’amministrazione del Municipio Roma XV, in collaborazione con i comitati di zona che ringraziamo nuovamente per l’impegno, ha avviato e portato a termine la bonifica di un’area destinata a servizi pubblici all’interno del comparto “D” nel piano particolareggiato Torrione-Cerquetta. Tale comparto risulta di fondamentale importanza e centralità per il quartiere in quanto insiste in aree limitrofe a due istituti scolastici, l’Amaldi e il De Sanctis.

A seguito di tale bonifica l’amministrazione aveva acquisito la documentazione relativa alla convenzione urbanistica dei comparti “D” e “D1”. Tale convenzione, a fronte della realizzazione di cubature per edilizia residenziale e commerciale, stabiliva la realizzazione di opere a scomputo attraverso la messa a punto di servizi primari e secondari.

A tutt’oggi la convenzione risulta scaduta, le opere pubbliche realizzate non sono state ancora collaudate e prese in consegna dall’amministrazione, altre opere, invece, risultano totalmente incompiute come le aree destinate a verde attrezzato.

Dopo il lavoro avviato in precedenza chiediamo che l’amministrazione verifichi lo stato di realizzazione delle opere a scomputo previste nella convenzione urbanistica per i comparti “D” e “D1”, procedendo con il collaudo e la presa in consegna delle opere completate e verificando anche eventuali inadempienze da parte del proprietario comparente ad una delle qualsiasi clausole presenti nella convenzione urbanistica. A questo punto sarebbe opportuno valutare di procedere con l’escussione della fideiussione per le opere non realizzate.

Chiediamo inoltre di verificare che siano stati effettivamente rilasciati i certificati di abitabilità e agibilità delle opere di urbanizzazione residenziale e commerciale realizzate da parte della proprietà comparente. Normalmente questi certificati vengono rilasciati solo a conclusione della realizzazione di tutte le opere a scomputo e quindi ci domandiamo come sia possibile che nel 2011 l’allora amministrazione del Municipio Roma XV abbia preso in affitto un locale all’interno del comparto “D” come sede per l’ufficio anagrafico.

Riteniamo sia quindi opportuno e doveroso fare chiarezza sull’intera vicenda che coinvolge un territorio che aspetta importanti servizi a fronte delle cubature realizzate per l’edilizia residenziale e commerciale. A tal riguardo il Gruppo del Partito Democratico ha presentato una proposta di risoluzione per impegnare l’amministrazione ad intervenire ed effettuare le necessarie verifiche ed una richiesta di accesso agli atti riguardo i documenti per l’apertura dell’ufficio anagrafico sito in via Enrico Bassano.”

Così in una nota Marcello Ribera, Consigliere PD e Vicepresidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV.

TORRIONE-CERQUETTA, RIBERA (PD): “CONVENZIONE SCADUTA E OPERE INCOMPIUTE, L’AMMINISTRAZIONE DEL XV FACCIA CHIAREZZA”

Commenti disabilitati su TORRIONE-CERQUETTA, RIBERA (PD): “CONVENZIONE SCADUTA E OPERE INCOMPIUTE, L’AMMINISTRAZIONE DEL XV FACCIA CHIAREZZA”

“Nella seduta odierna del Consiglio del Municipio Roma XV l’aula ha espresso parere favorevole alla proposta-di-risoluzione-pista-ciclabile-ponte-milvio-castel-san-giubileo, presentata dal Gruppo del Partito Democratico.

Tale proposta impegna il Presidente presso gli organi competenti affinché vengano messe in campo le azioni propedeutiche alla sottoscrizione di tutti gli atti necessari all’inizio dei lavori di manutenzione previsti nella convenzione in oggetto.

Tale convenzione consentirà finalmente che il concessionario dell’impianto sportivo sito in via di Tor di Quinto 57b provveda alla manutenzione della pista ciclabile e di altre aree verdi limitrofe, attraverso il pagamento del canone annuo che deve al Comune.

Siamo soddisfatti che la maggioranza abbia accolto favorevolmente la nostra proposta e sia intenzionata a portare avanti la convenzione. Siamo convinti infatti che in questo modo la pista ciclabile, spesso oggetto di notevoli criticità, possa avere una costante manutenzione per renderla più sicura e maggiormente fruibile durante tutto l’anno.”

Così in una nota Daniele Torquati, Capogruppo PD, e Marcello Ribera, Consigliere PD e Vicepresidente della Commissione Ambiente, del Municipio Roma XV.

 

PISTA CICLABILE, TORQUATI – RIBERA (PD): BENE VOTAZIONE, ORA MANUTENZIONE COSTANTE

Commenti disabilitati su PISTA CICLABILE, TORQUATI – RIBERA (PD): BENE VOTAZIONE, ORA MANUTENZIONE COSTANTE

“Sono trascorsi oltre tre mesi dalle nostre segnalazioni in Commissione Scuola circa la necessità di provvedere agli interventi di sfalcio nelle scuole del XV Municipio e, nonostante la precedente amministrazione avesse lasciato dei fondi per oltre 48.000 euro, la nuova maggioranza ha provveduto in ritardo, solo negli ultimi giorni di agosto, ad effettuare la procedura negoziata per assegnare i lavori.

A inizio settembre ci era stato assicurato che a breve sarebbe stato disponibile il cronoprogramma con successiva partenza degli interventi stessi ma, al momento, non si hanno ancora notizie ufficiali sull’avvio delle attività e molte scuole versano in condizioni pietose, nonostante il Dipartimento da un lato e alcuni volontari dall’altro abbiano provveduto ad intervenire in alcuni plessi.

Ma l’aspetto ancor più grave ed eclatante è che, della somma disponibile lasciata in eredità, sono stati impiegati soltanto il 41% dei fondi: il mancato utilizzo dell’intero importo è da imputare al grave ritardo nell’avvio della procedura, per cui la parte rimanente dei fondi non potrà essere reinvestita
in altre attività di sfalcio e manutenzione sul nostro territorio,
ma tornerà nella contabilità generale del Comune.

Ritardi, fondi insufficienti e scuole che ancora attendono di essere sistemate: per questo chiediamo alla nuova Amministrazione di accelerare l’avvio degli interventi e di non indugiare oltre nell’attesa.”

Così in una nota il Vicepresidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV Marcello Ribera.

SFALCI SCUOLE, RIBERA (PD): RITARDO IN PROCEDURA INTERVENTI E FONDI PERDUTI

Commenti disabilitati su SFALCI SCUOLE, RIBERA (PD): RITARDO IN PROCEDURA INTERVENTI E FONDI PERDUTI

“Troppo immobilismo sul tema rifiuti da parte del Campidoglio e dell’Amministrazione municipale del Quindicesimo e, purtroppo, gli effetti negativi sono visibili a tutti.

La mancanza di servizi precedentemente garantiti sta incentivando gli atteggiamenti incivili che si concretizzano nell’abbandono indiscriminato di rifiuti per le strade: per contrastare tali atteggiamenti è necessario non soltanto implementare i controlli, ma anche ripristinare i servizi al cittadino.

Per iniziare l’amministrazione dovrebbe impegnarsi per la riattivazione, nel più breve tempo possibile, del servizio gratuito di ritiro a domicilio, come già avevamo chiesto a fine giugno, in seguito alla sospensione da parte di Ama.

Inoltre, negli ultimi anni, l’amministrazione del XV Municipio, in collaborazione con Ama, ha promosso e organizzato, più volte al mese e in tutti i quartieri del territorio, diverse iniziative dedicate alla raccolta dei rifiuti ingombranti e particolari attraverso l’ausilio dei Centri Mobili. Purtroppo anche quest’ultimo servizio è stato sospeso dalla nuova amministrazione e, anche in questo caso, come Gruppo PD abbiamo presentato una proposta di risoluzione per realizzare una nuova programmazione che ristabilisca questa fondamentale iniziativa per i cittadini del Municipio.

Altra battuta d’arresto il territorio del XV l’ha subita sull’estensione della nuova raccolta differenziata. A fine aprile 2016, infatti, Ama Roma S.p.a. aveva avviato la distribuzione a domicilio del kit per la nuova raccolta differenziata stradale a cinque frazioni, ma, non essendo ancora stati posizionati i nuovi cassonetti per la raccolta, molti cittadini non sono in condizione di poter differenziare, nonostante sia stato consegnato loro il kit.

Nell’ultimo anno la precedente amministrazione aveva avviato questa importante transizione rivoluzionaria, ma siamo solo all’inizio e l’interruzione di tutte queste attività, comprese le iniziative di comunicazione e sensibilizzazione, rischiano concretamente di far tornare indietro di anni il nostro territorio. Sono molti i cittadini che lamentano l’assenza dell’amministrazione pentastellata su questi temi importanti.

L’auspicio è che finalmente il Municipio si decida, dopo oltre tre mesi, almeno a considerare le proposte presentate dal Partito Democratico. Siamo disponibili alla discussione e al confronto, affinché il lavoro e le attività impostate precedentemente possano riprendere per il bene di tutto il territorio.”

Così in una nota Marcello Ribera, Vicepresidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV.

RIFIUTI, RIBERA (PD): “IMMOBILISMO DA COMUNE E MUNICIPIO. SIANO RIPRISTINATI CENTRI MOBILI E RITIRO A DOMICILIO”

Commenti disabilitati su RIFIUTI, RIBERA (PD): “IMMOBILISMO DA COMUNE E MUNICIPIO. SIANO RIPRISTINATI CENTRI MOBILI E RITIRO A DOMICILIO”
Carica altri contenuti...

Per continuare la navigazione del sito, acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "Accetto i Cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetto", qui di seguito, per acconsentire.

Chiudi